Beschreibung

Un'efficace metodologia di apprendimento è istanza di importanza cruciale per il pianista professionista, così come per lo studente che investe tempo e speranze in una disciplina che rappresenta, per chi la pratica, la massima aspirazione personale e artistica. Metodologia è al contempo sistema di pensiero, stile di vita, condizione mentale e un approccio all'apprendimento che vuole essere della massima efficacia in ogni sua fase, al fine di produrre effetti desiderabili e durevoli.I ventidue criteri qui esposti sono altrettanti distillati epistemologici, progettuali, pragmatici, metodologici, che forniscono una guida continua sul come, il cosa si impara e soprattutto il perché. L'autore, il cui continuo impegno in sede concertistica e discografica su uno dei più vasti ed eterogenei repertori fra i pianisti contemporanei, ammirato per questo soprattutto da conoisseurs e colleghi del mondo pianistico, condensa in forma organica tutti i parametri implicati in quel complesso ed affascinante atto dell'apprendere e della preparazione, cui il pianista fa affidamento in sede esecutiva. Come spiega nel testo, la metodica di studio, seppur paziente ed ostinata, deve però essere "deliberata" ed "impegnata", offrire dei rituali che viabilizzino le pragmatiche di apprendimento. Deve portare, se frutto di una strategia di studio che implichi le giuste sinergie fra i vari parametri della percezione musicale (grammaticale, melodica, armonica, ritmica, strutturale e quindi intellettiva, affettiva, estetica), ad un apprendimento completo. Deve essere, appunto, "metodologica", stimolando inoltre la sfera cognitiva ed emotiva del soggetto previe modalità applicative che si integrino in forma sinergica con la metodologia a monte. Emerge l'importanza della formazione musicale pregressa (soprattutto ear-training, armonia applicata, improvvisazione) e come questa dovrebbe legarsi alla sfera emozionale del soggetto ed alla sua strumentalità.Il trattato è quindi un invito a suonare "prima nella mente, poi con le dita" ed uscire dalla nevrosi della separazione mente-corpo cui il "discorso tecnico" porta in molti pianisti. Come evince da studi condotti in vari ambiti di eccellenza professionale, anche (e soprattutto) la mente del pianista elabora rappresentazioni, sintesi, disegni mentali che migliorano e rendono più efficace e rapido l'apprendimento, quindi il miglioramento ed in ultima fase la gestione di prestazioni varie e quasi

Rezensionen ( 0 )
Every Friday we give gifts for the best reviews.
The winner is announced on the pages of ReadRate in social networks.
Zitate (0)
Sie können als Erste ein Zitat veröffentlichen.
Genres:
Top